LA FIRR

ASSOCIAZIONI ADERENTI ALLA FEDERAZIONE

AIFM (Associazione Italiana di Fisica in Medicina)

AIMN (Associazione Italiana di Medicina Nucleare)

AIRB (Associazione Italiana di Radiobiologia)

AIRM (Associazione Italiana di Radioprotezione Medica)

AIRO (Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica)

SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica)

SIRR (Società Italiana per le Ricerche sulle Radiazioni)

PERCHE' UNA FEDERAZIONE?

La radiobiologia di interesse medico ha subito profonde innovazioni negli ultimi anni, richiedendo competenze che vanno dalla biologia cellulare e molecolare alla immunologia alla fisica medica, alla farmacologia e termobiologia, alla biochimica e radiochimica

La necessità di una stretta interazione con la ricerca clinica condotta da radioterapisti, radiologi e medici nucleari, nell’ottica di una ricerca “translazionale”, che sia alla base della possibilità di prevedere la risposta alle radiazioni e di modellare i campi di trattamento con criteri biologici oltre che fisici

La promozione della didattica e la formazione di ricercatori con competenze specifiche radiobiologiche, di radiologia medica e radioterapia oncologica

La necessità di promuovere un summit per la divulgazione dei risultati delle ricerche in questo settore che attualmente è frammentata nei convegni dalle singole specialità che si occupano di radiazioni.

SCOPI

La FIRR, nel rispetto delle autonomie statutarie delle singole Associazioni, si propone i seguenti scopi:

promuovere lo sviluppo della ricerca radiobiologica
nei settori di interesse medico;

organizzare convegni congiunti con calendario pluriennale, che permettano momenti di aggregazione culturale multidisciplinare;

costituire un organo che rappresenti le Associazioni confederate presso i mezzi di comunicazione di massa, l'interlocutore politico, gli enti erogatori di finanziamenti;

promuovere attività scientifiche congiunte di radiobiologia, anche allo scopo di favorire la creazione di network per accedere a finanziamenti nazionali ed internazionali;

intervenire con una massa critica più rilevante a livello nazionale, comunitario ed internazionale sui problemi socio-sanitari connessi con lo sviluppo e l’applicazione di normative legate all’impiego delle radiazioni;

studiare forme organizzative originali per lo svolgimento di attività di formazione/informazione (workshop, corsi, etc), promuovere attività didattiche e di aggiornamento professionale, anche agendo da stimolo sui decisori per l’istituzione di scuole di specializzazione e dottorati di ricerca nel settore della radiobiologia di interesse biomedico;

favorire la pubblicazione congiunta di atti congressuali su riviste italiane e/o straniere del settore, allo scopo di rendere maggiormente visibili le attività delle Associazion

 

FEDERAZIONE ITALIANA RICERCHE sulle RADIAZIONI (FIRR)

STATUTO

Art. 1

Viene costituita la Federazione Italiana delle Associazioni SIRR, AIRB, AIRO, AIFM, AIMN, AIRM e SIRM.
Il suo scopo è il collegamento delle attività di queste Associazioni in campo nazionale ed internazionale per promuovere lo sviluppo della ricerca scientifica e della conoscenza nel settore della radiobiologia, unitamente agli aspetti fisici e chimici ad essa collegati, e delle loro applicazioni in campo radioterapico e radioprotezionistico.
La Federazione prende il nome di FIRR, Federazione Italiana Ricerche sulle
Radiazioni. La FIRR non ha scopi di lucro.

La FIRR, nel rispetto delle autonomie statutarie delle singole Associazioni, si propone i seguenti scopi:

1. promuovere lo sviluppo della ricerca radiobiologica nei settori radioterapico e radioprotezionistico;

2. organizzare convegni congiunti con calendario pluriennale, in maniera organica, che permettano momenti di aggregazione culturale multidisciplinare, senza interferire con le iniziative scientifiche delle singole Associazioni;

3. costituire un organo che rappresenti le Associazioni confederate presso i mezzi di comunicazione di massa, l'interlocutore politico, gli enti erogatori di finanziamenti;

4. promuovere attività scientifiche congiunte di radiobiologia, anche allo scopo di favorire la creazione di network per accedere a finanziamenti nazionali ed internazionali;

5. intervenire con una massa critica più rilevante a livello nazionale, comunitario ed internazionale sui problemi socio-sanitari connessi con lo sviluppo e l’applicazione di normative legate all’impiego delle radiazioni;

6. studiare forme organizzative originali per lo svolgimento di attività di formazione/informazione (workshop, corsi, etc), promuovere attività didattiche e di aggiornamento professionale, anche agendo da stimolo sui decisori per l’istituzione di scuole di specializzazione e dottorati di ricerca nel settore della radiobiologia di interesse biomedico;

7. favorire la pubblicazione congiunta di atti congressuali su riviste italiane e/o straniere del settore, allo scopo di rendere maggiormente visibili le attività delle Associazioni.

Art. 2
Fanno parte della FIRR le Associazioni scientifiche sopra menzionate. L'afferenza alla FIRR di altre Associazioni o gruppi è subordinata al riconoscimento degli obiettivi indicati nell' art. 1 ed all'approvazione del Consiglio della FIRR.

Art. 3
Organo esecutivo della FIRR è il Consiglio della FIRR. Esso è costituito da due membri per ciascuna Associazione: il Presidente in carica ed un membro, delegato con modalità proprie da ciascuna Associazione. Il Consiglio della FIRR si riunisce almeno una volta l'anno per coordinare le iniziative finalizzate al raggiungimento degli obiettivi indicati nell' art. 1.

Art. 4
Eventuali modifiche allo Statuto della FIRR devono essere proposte dal Consiglio della FIRR ed approvate dai Consigli Direttivi delle singole Associazioni. Una singola Associazione può uscire dalla FIRR in qualunque momento, previa comunicazione scritta del suo Presidente in carica al Consiglio della FIRR. Tutti gli impegni presi dalla Associazione in uscita saranno comunque da essa rispettati fino al 31/12 dell’anno in corso.

Art. 5
Per quanto non previsto dallo Statuto, vale il Regolamento.

 

REGOLAMENTO

Art. 1
Il Consiglio della FIRR è costituito ai sensi dell' art. 3 dello Statuto. I Presidenti delle singole Associazioni ne fanno parte come Consiglieri per tutta la durata del loro mandato; i membri delegati dalle singole Associazioni restano in carica per 3 anni. Una singola Associazione può sostituire, con modalità proprie, il membro designato al Consiglio prima della scadenza del suo mandato, previa comunicazione scritta del suo Presidente in carica al Consiglio della FIRR.
Il Consiglio della FIRR elegge al suo interno il Presidente ed il Segretario-Tesoriere, che restano in carica per la durata del loro mandato come Consiglieri. Il Presidente della FIRR è il rappresentante ufficiale della FIRR; suoi compiti sono la convocazione del Consiglio, la definizione dell'ordine del giorno delle riunioni, la presidenza delle stesse. Il Segretario-Tesoriere coadiuva il Presidente in tutte le sue funzioni, lo sostituisce in caso di suo forzato impedimento, cura l'organizzazione generale e finanziaria della FIRR, redige i verbali delle riunioni. Il Consiglio della FIRR è validamente costituito con la presenza della maggioranza semplice dei suoi membri. Le delibere del Consiglio sono prese a maggioranza semplice e non sono ammesse deleghe. In caso di parità, prevale il voto del Presidente.

Art. 2
E’ prevista la creazione di gruppi di studio costituiti da soci delle Associazioni federate su argomenti specifici proposti da singoli soci o gruppi di soci. La proposta deve essere presentata al Consiglio della FIRR per l’approvazione.

Art. 3
I fondi per la gestione delle attività della FIRR sono forniti dalle singole Associazioni con una quota annuale preventivamente fissata dal Consiglio. I versamenti saranno effettuati dai Segretari delle singole Associazioni al Segretario-Tesoriere della FIRR entro il 31 dicembre dell'anno precedente all'anno di esercizio.

Il domicilio legale della Federazione è presso il Presidente in carica.

Norma Transitoria
Art.1
Statuto e regolamento della FIRR sono proposti dai Presidenti delle singole Associazioni ai rispettivi Consigli Direttivi per l'approvazione. Il Consiglio della FIRR si riunisce subito dopo l'approvazione per costituire legalmente la FIRR.
Qualora una Associazione non abbia già provveduto a nominare il proprio membro delegato al Consiglio della FIRR, sarà il Consiglio Direttivo di quella Associazione ad indicare contestualmente all'approvazione della Statuto un delegato temporaneo che prenderà subito servizio.

PRESIDENTI E MEMBRI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI FONDATORI DELLA FEDERAZIONE

SIRR Società Italiana per le Ricerche sulle Radiazioni
Presidente: D.ssa Giustina Simone
Delegato: D.ssa Donatella Tirindelli Danesi

AIRB Associazione Italiana di Radiobiologia
Presidente: Prof: Aldo Becciolini
Delegato: Prof. Riccardo Maurizi Enrici

AIRO Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica
Presidente: Prof. Roberto Orecchia
Delegato: Dr. Maurizio Amichetti

AIFM Associazione Italiana di Fisica in Medicina
Presidente: Prof. Leopoldo Conte
Delegato: D.ssa Paola Scampoli

AIMN Associazione Italiana di Medicina Nucleare
Presidente: Prof. Marco Salvatore
Delegato: Dr. Massimo Salvatori

AIRM Associazione Italiana di Radioprotezione Medica
Presidente: Prof. Giorgio Trenta
Delegato: Prof. Roberto Moccaldi

SIRM Società Italiana di Radiologia Medica – Gruppo Radiobiologia e Radioprotezione
Presidente: Prof. Piercarlo Muzzio